Michetti, Francesco Paolo: Lettera autografa firmata

Autore: Michetti, Francesco Paolo
Titolo: Lettera autografa firmata

Michetti, Francesco Paolo: Lettera autografa firmata di 1 pagina (21 x 13,5 cm.) indirizzata all’editore Edoardo Sonzogno.

(…) Avevo pensato a qualche cosa di simile alla dimenticanza non vedendomi arrivare la pietra litografica; aspetto con essa altresì qualche pastello ed un pacchetto d’inchiostro – litografici – l’indirizzo è semplicemente: Michetti, Francavilla a Mare (…)

Francesco Paolo Michetti (Tocco da Casauria, 1851 – Francavilla al Mare, 1929) si diplomò presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli, dove fu allievo del maestro Domenico Morelli, di cui inizialmente imitò il naturalismo e il realismo visionario. Nel 1872 e poi nel 1875 espose le sue opere al Salon di Parigi, ma raggiunse la definitiva fama internazionale nel 1877, quando espose a Napoli la grande tela del Corpus Domini (che venne acquistata dall’imperatore Guglielmo II di Germania). La sua fama si consolidò con le opere successive: il Voto e La figlia di Iorio, il cui tema ispirò anche la più notevole delle tragedie di Gabriele d’Annunzio, il quale dedicò a Michetti il libro Il Piacere. Michetti fu anche l’ispiratore e l’iniziatore di un cenacolo artistico di rilevanza nazionale che da lui prese nome; fra i letterati, artisti ed uomini di cultura più rappresentativi che lo frequentarono vi furono Gabriele D’Annunzio, Francesco Paolo Tosti, Basilio Cascella, Costantino Barbella, Edoardo Scarfoglio, Matilde Serao, e altri. La celebrità internazionale del pittore fu tale che Vittorio Emanuele III decise di nominarlo Senatore del Regno. Morì nel marzo 1929 nel suo convento di Francavilla.

Richiedi Maggiori info

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Domanda di sicurezza, scrivi il risultato:

Questa voce è stata pubblicata in Arte. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

I commenti sono stati chiusi.