Leoncavallo, Ruggero: Chatterton, autografo

Prezzo: disponibile a richiesta
Autore: Leoncavallo, Ruggero
Titolo: manoscritto
Titolo: Leocavallo, Ruggero

Leoncavallo, Ruggero: Chatterton. Meditazione del Quacquero ridotta per canto e piano. Partitura giovanile autografa firmata di 8 pagine e mezzo, (23 x 28,5 cm.) compreso il titolo manoscritto, con musica e parole. Si tratta della parte Meditazione del quacquero, per baritono, rappresentata dal personaggio George, un vecchio quacquero, zio di Jenny, moglie di John Clark, basso. Nel testo numerose annotazioni sulla tonalità, e qualche cancellatura alla scrittura musicale. Senza data ma fine Ottocento.

leoncavallo-ruggero-chattertonChatterton è un’opera lirica in tre atti. È la prima opera composta da Leoncavallo, su libretto proprio ispirato al dramma omonimo di Alfred de Vigny, rappresentata per la prima volta a Roma al Teatro Drammatico Nazionale il 10 marzo 1896. L’opera e il dramma di de Vigny si ispirano liberamente alla vita di Thomas Chatterton, considerato dai romantici come il perfetto archetipo del poeta maledetto, divenuto famoso per i suoi pastiche di poesia medievale, che egli attribuiva ad un immaginario monaco del XV secolo che chiamava Thomas Rowley. All’età di diciotto anni, esasperato dalla miseria, Chatterton si suicidò a Londra.

leoncavallo-ruggero-manoscrittoChatterton, composta nel 1876, è il debutto operistico del giovane Leoncavallo, appena diplomatosi al conservatorio di Napoli. Il lavoro però non venne rappresentato perché l’impresario fuggì col denaro del compositore poco prima della messa in scena. Leoncavallo dovette attendere di raggiungere il successo con la sua opera più famosa, Pagliacci, prima di vedere una rappresentazione di Chatterton. L’opera infine andò in scena nel 1896, in una versione riveduta rispetto alla composizione originale. Il lavoro però non ebbe successo.

Richiedi Maggiori info

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Domanda di sicurezza, scrivi il risultato:

Questa voce è stata pubblicata in Musica. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

I commenti sono stati chiusi.