Turati, Filippo: lettera autografa firmata

Prezzo: disponibile a richiesta
Autore: Turati, Filippo
Titolo: lettera autografa
Titolo: Turati, Filippo
Data: 1892

Turati, Filippo: interessante lettera autografa firmata di 4 lunghe pagine (21 x 13,5 cm.) su carta intestata, indirizzata ad un caro signore: 3 agosto 1892. Turati risponde ad un aspirante corrispondente del giornale “Lotta di Classe” il cui primo numero era uscito solamente 3 giorni prima della data della presente lettera, il 31 luglio 1892. Il giornale diventerà l’organo ufficiale del nuovo Partito Socialista Italiano, nato dapprima come Partito dei Lavoratori Italiani il 14 agosto 1892 nel Convegno di Genova e trasformatosi poi l’anno successivo nel Partito Socialista dei Lavoratori Italiani. Il nome definitivo di Partito Socialista Italiano verrà deciso solo nel Congresso di Parma del 1895. La lettera è ricca di tante informazioni sull’attività di Turati nell’imminenza della fondazione del partito.

(…) Attribuisca ad un eccesso di lavoro, che proprio non mi lascia il tempo a rifiatare, il mio lungo e scortese silenzio (…) Ho ricevuto giorni fa un suo manoscritto e oggi un secondo. Del primo non potei subito profittare per la Lotta di Classe per ragioni che Ella avrà certo intuite. La ressa e l’ingombro di materia che avviene ordinariamente nei primi numeri di un giornale, quando il lavoro non è ancora organizzato, e i mille riguardi che devono usarsi a questo e quel corrispondente, a questa e quella Società, a questa e quella tendenza, trattandosi di vincere molte ostilità e diffidenze per costituire il partito, tutto ciò fa sì che si abbia pochissima libertà di scelta nel compilare il giornale e si debba ubbidire a criteri speciali di tatto e di tattica (…) Perciò nel primo numero, come avrà visto, dovetti pubblicare un Qua e là, a dir vero un po’ slombato, scritto da un operaio e che Ella ritroverà nel secondo numero e nei successivi, benché io, come compilatore, non ne sia granché soddisfatto per molte ragioni. Viceversa dovetti ridurre le rubriche del Movimento operaio internazionale a poche noterelle brevissime di spiccata attualità. Dopo il Congresso di Genova, se – come spero – il giornale verrà riconosciuto ufficialmente organo del partito e la Redazione si sentirà moralmente più forte, avremo anche qualche maggiore libertà di fare il giornale a nostro modo. Per ora bisogna navigare con mille riguardi, perché io la sorprenderei se narrassi tutti i pettegolezzi, tutti gli scogli che ci suscitano contro. Una cosa da far cascare le braccia … a chi non fosse, come me, corazzato contro le illusioni e l’ottimismo (…) Frattanto, se Ella manda altro, tenga presenti coteste difficoltà di compilazione, procurando quindi che siano poche note vivaci e brevi, anche a costo di perdere un po’ del valore scientifico che pur troppo, è ancora arabo per i nostri operai. Mi esprimo male, ma Lei certo mi intende. Ho cercato due volte di Kantorowicz, senza trovarlo (…) Oggi soltanto ho ricevuto, spedito a me sebbene io avessi dato il di Lei indirizzo, il Das Erfurter Program di Kautsky (programma redatto da Carlo Kautsky, teorico della socialdemocrazia tedesca, durante il Congresso Socialdemocratico del 1891 a Erfurt). Gli darò un’occhiata appena compilato questo numero della Lotta di Classe e poi glielo farò avere cogli ultimi fascicoli della Neue Zeit (…)

Filippo Turati (Canzo, 26 novembre 1857 – Parigi, 29 marzo 1932) è stato un politico e giornalista italiano, tra i primi e importanti leader del socialismo italiano, e tra i fondatori a Genova, nel 1892, dell’allora Partito dei Lavoratori Italiani.

Richiedi Maggiori info

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Domanda di sicurezza, scrivi il risultato:

Questa voce è stata pubblicata in Storia. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

I commenti sono stati chiusi.