Abbott, Berenice: Portrait of a boy

Prezzo: on demand
Autore: N/A
Titolo: Portrait of a boy
Data Immagine: 1927
Data Stampa: 1927
Dimensione Immagine: 23 x 17 cm

Abbott, Berenice: Portrait of a boy, fotografia originale. Gelatina ai sali d’argento in stampa vintage: 23 x 17 cm. Al retro timbro a tampone Berenice Abbott, titolo e data a matita: 1927.

berenice-abbot-vintage-photoL’interesse della Abbott per la fotografia nacque nel 1923 quando Man Ray, che era alla ricerca di qualcuno che non sapesse assolutamente niente di fotografia e facesse solo quello che gli veniva detto, la assunse come assistente nella camera oscura nel suo studio. Nel 1926 la Abbott tenne la sua prima mostra personale, concentrandosi sulle persone del mondo artistico e letterario. Secondo  Sylvia Beach “essere fotografati da Man Ray o da Berenice Abbott significava essere qualcuno”

Nel 1925 la Abbott venne introdotta da Man Ray alla fotografia di Eugene Atget. Divenne così una sua grande ammiratrice e nel 1927 riuscì a convincerlo a posare per un ritratto. Alla sua morte, avvenuta poco dopo, la Abbott acquistò buona parte dei suoi negativi e iniziò a lavorare rapidamente alla loro produzione. Un primo e tangibile risultato fu nel 1930 il libro Atget, photographe de Paris, nel quale compare come redattore fotografico.

Nel 1929 la fotografa si trasferì a New York dove visse fino alla morte avvenuta nel 1965.

La Abbott fece parte del movimento della straight photography, che sottolineava l’importanza di avere fotografie non manipolate né per quanto riguarda il soggetto, né per quanto riguarda il processo di sviluppo. La sua convinzione era che uno strumento moderno come la macchina fotografica  meritasse di documentare il xx secolo.

Richiedi Maggiori info

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Domanda di sicurezza, scrivi il risultato:

Questa voce è stata pubblicata in Fotografie Moderne e Contemporanee. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

I commenti sono stati chiusi.