Isgrò, Emilio: Isgrò

Prezzo: disponibile a richiesta
Autore: Isgrò, Emilio
Titolo: Isgrò
Editore: Venezia
Data: 1966

Isgrò, Emilio: Isgrò, Galleria d’Arte Il Traghetto, Venezia, 1966. Catalogo della mostra. Brossura editoriale; pagine 12, con un testo di Emilio Isgrò e la riproduzione di quattro opere a piena pagina in bianco e nero. In prima pagina la dedica autografa firmata dell’artista a Paolo Curti acquista la forma di una delle celebri cancellature di Isgrò: sopra la riproduzione dell’opera Ercole Gangi (indicato dalla freccia) coglie fiori, Isgrò scrive: cancellatura spuria come dedica, cancella a penna il nome Ercole Gangi e aggiunge quello di Paolo Curti: 1998. Edizione originale.

All’inizio degli anni Sessanta facevo il giornalista al ‘Gazzettino’ di Venezia, dove mi occupavo di cultura, in particolare della terza pagina. Una volta, correggendo un articolo, mi sono improvvisamente accorto che le cancellature avevano più forza delle parole. È stata per me una rivelazione. Emilio Isgrò nasce artisticamente all’inizio degli anni Sessanta, come leader di esperienze di poesia visiva, autore di imprevedibili associazioni tese a contestare la presunta autorevolezza della parola. Adopera la cancellatura come strumento per sradicare la comunicazione, da un lato critica al linguaggio e individuazione dei suoi limiti, dall’altro tabula rasa per ricominciare. Nel 1966, in occasione della personale alla Galleria Il Traghetto di Venezia, pubblica Dichiarazione 1, nella quale precisa la sua concezione di poesia come arte generale del segno.

Richiedi Maggiori info

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Questa voce è stata pubblicata in Arte. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

I commenti sono stati chiusi.