Munari, Bruno: I prelibri

Autore: Munari, Bruno
Titolo: I prelibri
Editore: Danese
Data: 1980

Munari, Bruno: I prelibri, Milano, Danese, 1980, 10×10 cm. Brossura editoriale; pp.6-16 ciascuno. Con il cofanetto originale illustrato. Raccolta completa dei 12 libri in edizione originale.

Il libro 1 è un libro di cartone pesante, rilegato con dello spago. Aprendolo ho scoperto un filo rosso di lana che lo attraversa tutto. Attraverso piccoli fori il filo corre da una pagina all’altra, su e giù, per poi tornare all’inizio. Nel secondo libro c’è un signore che fa ginnastica. Parte stando in piedi, si slancia di lato e fa una capriola, per poi ritrovarsi a testa in giù appoggiato sulle mani. Questo libro è divertente perché se lo sfogli al contrario c’è lo stesso signore che invece fa una buffa caduta. Il terzo libro è la storia di una bolla. Una piccola bolla azzurra che diventa sempre più grande fino ad ingoiare tutta la pagina. Quando tutto è diventato azzurro, nasce una nuova piccola bolla bianca che diventa sempre più grande fino ad ingoiare tutto di nuovo e poi si ricomincia da capo. Il Libro 4 è colorato. Le pagine sono cartoncini di diverso spessore e colore. Una mi fa pensare al mare, una al cocomero, una alla terra del mio giardino. Il Libro 5 è verde. Dentro ci sono delle formiche che si muovono e si affaccendano dietro ai loro lavori. Per fortuna ci sono anche dei buchi, così posso vedere le formiche che si muovono da una stanza all’altra del formicaio. Nel sesto libro ci sono delle forme colorate, gialle, blu e rosse. Tra una forma e l’altra c’è una pagina di plastica trasparente, colorata anche lei. Così se giro la pagina da una forma all’altra posso vedere i colori cambiare, che si combinano come quando mischio le tempere. Il settimo libro sembra fatto di spugna, come quelle che la mamma usa in cucina. È morbido e le pagine sono spesse. Il libro 8 è ancora più morbido. È fatto di una stoffa color rosa acceso e all’interno ho scoperto un bottone e un’asola, così posso abbottonare le pagine tra di loro come faccio con il mio maglione. Il nono libro è fatto di tre tavolette di legno, legate con dello spago. Su ognuna ci sono delle scanalature che corrono in direzioni diverse. Il legno è liscio e profumato. Il libro 10 ha delle pagine di plastica rigida, e dentro è tutto grigio di nebbia. Si vede e non si vede, ma guardando bene ho trovato un gatto che dà la caccia ad un topino. L’undicesimo libro è fatto di plastica morbida e trasparente. Su ogni pagina c’è un solo pallino giallo, ma guardandolo da fuori puoi vedere che tutti i pallini gialli si dispongono in un cerchio, come a formare le ore di un orologio. L’ultimo libro è un libro strano. È fatto di stoffa e cartoncino e dentro ci sono il giorno e la notte e dei buchi per vedere attraverso. Girando le pagine a volte la notte ingoia il giorno, a volte il giorno vince sul buio. E nel buio della notte, nel centro del libro, ho scoperto un ciuffo di pelo morbido. Che sia la coda di un gatto?

Richiedi Maggiori info

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Domanda di sicurezza, scrivi il risultato:

Questa voce è stata pubblicata in Arte. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

I commenti sono stati chiusi.