Babeuf. Organo delle rivoluzioni d’Italia

Autore: N/A
Titolo: Babeuf
Editore: Roma
Data: 1946

Babeuf. Organo delle rivoluzioni d’Italia, Roma, Istituto Grafico Romano, 1946, Anno I numero 1 – 2,  29,5 x 22 cm.

Quindicinale diretto da Alberto Consiglio, redattore Carlo Mucha, uscito probabilmente in un solo numero di 8 pagine. Nella prima pagina l’editoriale Saluto ai lettori, firmato Babeuf, illustra le ragioni della pubblicazione:

Poche parole preliminari per spiegare l’origine e lo scopo di questo piccolo giornale. Piccolo perché a parte il fatto che verrà pubblicato ogni quindici giorni (…) avrà una tiratura piuttosto limitata, poco più di quel tanto richiesto dal pareggio delle spese. (…) Se, poniamo, io ho qualcosa da dire sulla politica di questo o di quel Ministero, di questo o di quel partito, di Pietro Nenni o di Emilio Lussu, di Peppino di Vittorio o di Alberto Cianca, ognuno di questi valentuomini non teme che i miei giudizi o le informazioni di cui sono venuto in possesso siano divulgate ad una massa (…) In conseguenza di questa realistica constatazione, io ho avuto l’idea … di creare un piccolo giornale per la classe dirigente. Noi qui diremo delle cose molto crude. E’ bene, quindi, che rimangano in una certa misura, tra noi. Un organo di partito, ed anche un giornale di informazioni, impongono sempre certi limiti. Qui, invece, limiti non ce ne sono, perché si tratta di un organo mio strettamente personale: diretto, redatto, compilato, corretto, amministrato da Babeuf. (…) Di che cosa si occuperà questo piccolo giornale? Naturalmente di politica (…) Dovrei dirvi ora che sono stato un antifascista? (…) In realtà la mia vita di antifascista non è stata priva di momenti di tolleranza. Durante il periodo clandestino, e immediatamente dopo, considerai questo come un errore, e mi giudicai in conseguenza: oggi, dopo due anni di esperienza politica, credo, viceversa, di non avere sbagliato, e abbandono la vecchia definizione negativa, per giudicarmi, più realisticamente, un oppositore (…)

Richiedi Maggiori info

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Domanda di sicurezza, scrivi il risultato:

Questa voce è stata pubblicata in Letteratura. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

I commenti sono stati chiusi.