Verlaine, Paul: Poemes Saturniens

Autore: Verlaine, Paul
Titolo: Poemes Saturniens
Editore: Lemerre
Data: 1867

Verlaine, Paul: Poemes Saturniens, Paris, Lemerre, 1867 (in fine volume 20 ottobre 1866), 18,5 x 12 cm. Brossura editoriale (broché); pp. 159, (5). Opera prima di Verlaine, stampata in 505 esemplari a soli 22 anni, senza alcuna tiratura di testa, a spese dell’autore finanziato dalla cugina Elisa Moncomble. Dedica autografa firmata di Lemerre alla prima carta bianca indirizzata a Monsieur de Saint Albin. Tracce di colla all’attaccatura del piatto anteriore con il dorso; dorso scurito. Rara edizione originale.

Oggi, l’Azione e il Sogno hanno spezzato / il primitivo patto da secoli usato. Verlaine convoca Saturno perché è il pianeta tutelare dei malinconici. Questi Saturniens, tra i quali si pone Verlaine, raffigurano una sorta di comunità immaginaria alla quale si trovano associati tutti coloro che subiscono l’influenza del selvaggio pianeta. Pochi tra i critici dell’epoca sembrano collocarsi nella comunità immaginata dal poeta, tanto che il libro non ottiene riscontri da parte della critica ufficiale. Solo Mallarmé intuisce la novità di quei versi, definendoli un metallo vergine e nuovo in una lettera appassionata inviata allo stesso Verlaine.

Richiedi Maggiori info

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio

Domanda di sicurezza, scrivi il risultato:

Questa voce è stata pubblicata in Letteratura. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

I commenti sono stati chiusi.