Prezzo: disponibile a richiesta
Autore: Rodari, Gianni
Titolo: Lettera dattiloscritta
Data: 1979

Rodari, Gianni: interessante lettera dattiloscritta firmata con alcune correzioni autografe, inviata il 9 giugno del 1979 da Rodari a Irma Antonetto, fondatrice e direttrice dell’Associazione Culturale Italiana, a proposito di una serie di conferenze che Rodari avrebbe tenuto nelle sedi dell’associazione. Una pagina (28 x 22 cm.) con fori di archiviazione al margine bianco sinistro, lontani dal testo.

(…) Provvedo alla mia parte di preparativi per i martedì letterari del 18 – 23 gennaio 1980. Come tema proporrei: “Quel che i bambini possono insegnare agli adulti” oppure “Lettera aperta di un bambino al mondo adulto” che poi sarebbero la stessa cosa, col secondo tema presentata forse in modo più attraente. (…) Per la nota che mi riguarda: Sono nato a Omegna, Novara, nel 1920. Ho fatto il maestro di scuola dal 1938 al ‘43. Dopo la guerra sono diventato giornalista. Ho lavorato all’Unità a Milano e a Roma. Ho diretto un settimanale per ragazzi “Il pioniere” e per alcuni anni “Il giornale dei genitori” fondato da Ada Gobetti. Dal 1958 lavoro al “Paese sera”. Ho scritto per i bambini una ventina di libri, tra i quali: Le avventure di Cipollino, Gelsomino nel paese dei bugiardi, La freccia azzurra, Filastrocche in cielo e in terra, Favole al telefono, Il pianeta degli alberi di Natale, La torta in cielo, Navolle fatte a macchina, C’era due volte il barone Lamberto (…) Da Einaudi mi conoscono bene. Penso di dedicare la mia prossima vecchiaia ai burattini, come drammaturgo in una compagnia di burattinai. Molte traduzioni in molte lingue, riduzioni teatrali o cinematografiche di miei libri, ecc. Anche troppo, se si vuole. Accludo, sperando in bene, una mia fotografia (…)

Richiedi Informazioni

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio