Prezzo: disponibile a richiesta
Autore: Manzoni, Piero
Titolo: Manifesto contro niente
Editore: Onorio
Data: 1960

Manzoni, Piero: Manifesto contro niente per l’esposizione internazionale di niente, Onorio, 1960, 30,5 x 30 cm. Qualche lieve traccia di piegatura, ma esemplare in ottimo stato di conservazione. Edizione originale.

Manifesto contro niente per l’esposizione internazionale di niente, 1960, Rappresentativa dell’Avanguardismo, del Convenzionalismo, del Modernismo, del Conservatorismo, del Consumismo, del Capitalismo, del Patriottismo, dell’Internazionalismo, della Monocromia, della Monotonia, dello Zen, del Surrealismo, del Dadaismo, del Lettrismo, dell’Informale, del Costruttivismo, del Neoplasticismo e del Tachismo (…) Vendita di niente, numerato e firmato. La lista dei prezzi è a disposizione del pubblico. All’inaugurazione non prenderà la parola nessuno. Su questo catalogo non è riprodotto niente.

Nel 1960 Manzoni lascia l’Italia e porta il proprio lavoro all’estero; si trasferisce in Danimarca per preparare una serie di mostre ed happening. Insieme a Castellani promuove un’Esposizione Internazionale di niente dalla quale nascerà il manifesto edito a Basilea su iniziativa di Carl Laszlo. Si tratta di una sorta di non-mostra in chiave dada che lascia traccia solo nel Manifesto contro niente per l’esposizione internazionale di niente, redatto da Laszlo, e sottoscritto da Manzoni, Castellani, Mack, Piene, Onorio (Mansutti), Fenkart, Brock, Schuldt.

Richiedi Informazioni