Prezzo: euro 100
Autore: Aleramo, Sibilla
Titolo: Dal mio diario
Editore: Tumminelli
Data: 1945

Aleramo, Sibilla: Dal mio diario (1940 – 1944), Roma, Tumminelli, 1945, 19,5 x 12 cm. Brossura editoriale con sovracoperta (mancanza di 1,5 cm. alla parte bassa del dorso della sovracoperta); pp. 359, (9). Dedica autografa firmata e datata (1958) di Sibilla Aleramo allo scrittore Giovanni Battista Angioletti: Al vecchio e carissimo amico Angioletti l’ottantunenne SibillaEdizione originale.

Sibilla Aleramo è riconosciuta come una delle maggiori scrittrici del nostro Novecento: inquieta, itinerante, autrice di narrativa, di prose e di poesia. Scrittrice nota per aver fatto di due pratiche di scrittura private – diari e lettere – un capitolo importante non solo del proprio percorso biografico e intellettuale, ma anche della costruzione di un’immagine di sé, resa pubblica attraverso la pubblicazione delle pagine dei suoi Diari, così ricche – fra ritratti, annotazioni, quadri descrittivi, pensieri e ricordi – anche di trascrizioni di sue lettere. Ed è proprio attraverso le pagine dei suoi Diari che è anche possibile ricavare il quadro della relazione per più versi significativa come quella che ha legato Sibilla Aleramo al suo «trentennale editore», Arnoldo Mondadori, e l’insuccesso di pubblico a cui andò incontro nella sua vita la scrittrice tale che, non appena ricevuto il resoconto delle vendite, Sibilla arriva a esclamare sarcasticamente: «son state vendute ben 203 copie di Una donna, 159 di Amo dunque sono e 131 di Selva d’amore! Per cui io mi trovo in debito con Mondadori di L. 76.600. Allegria!»

Richiedi Informazioni