Prezzo: euro 190
Autore: Saba, Umberto
Titolo: Parole
Editore: Carabba
Data: 1934

Saba, Umberto: Parole, Lanciano, Carabba, 1934, 19,5 x 13 cm. Brossura editoriale con alette; pp. 122, (6). Firma autografa di Saba, presente in tutti gli esemplari. Intonso. Esemplare allo stato di nuovo. Edizione originale.

La raccolta Parole riunisce poesie scritte fra il 1932 e il 1934; fu messa in circolazione all’inizio del 1935. Prima del definitivo Parole, Saba aveva pensato ad altri due diversi titoli: Ultime cose e Distacco, quest’ultimo ripreso dall’omonima poesia inserita nella raccolta, composta quando Saba pensava di lasciare Trieste per trasferirsi in un’altra città. Il titolo alla fine adottato e la stessa impostazione del libro, sembrano, per ammissione dell’autore, essere in rapporto con ciò che Sergio Solmi aveva scritto sulla poesia in Fine di stagione, in particolare là dove si legge: Poesia, accordo supremo del nostro essere con sé medesimo. Far poesia, in fondo, vuol dire senz’altro riconoscersi. Quando la parola è accettata senza reticenze, quando la parola non forza nulla, e le basta lasciarsi dire (…) Una sillaba sola, la più semplice e la più povera, in quest’atmosfera è già poetica … Su richiesta di Saba, Solmi avrebbe dovuto scrivere la prefazione per la nuova edizione del Canzoniere, annunciata in Parole, della quale Saba aveva preparato il manoscritto all’inizio del 1934 (in un primo tempo col titolo Figure e canti). Il progetto venne poi rinviato, dapprima per le perplessità dell’autore, che non considerava quegli anni adatti per un libro di poesia, e successivamente a causa delle leggi razziali del 1938.

Richiedi Informazioni