Prezzo: disponibile a richiesta
Autore: Saba, Umberto
Titolo: preludio e canzonette
Editore: Primo Tempo
Data: 1923

Saba, Umberto: Preludio e canzonette, Torino, Edizioni di “Primo Tempo”, 1923, 20,5 x 14,5 cm. Brossura editoriale; pp. 46, (4) + 1 di pubblicità editoriale della rivista “Primo Tempo”. Foglietto di errata stampato su leggera carta velina, inserito sciolto all’interno del volume, spesso assente. Culs de lampe xilografici di Nicona Galante alle p. 11, una rosa, p. 14, paesaggio con case, p. 41, brocca con bicchiere di vino, p. 44 una pera, p. 46, vaso con rametto. Lievi fioriture in copertina, un po’ arrossata per esposizione alla luce. Esemplare ancora intonso. Unico libro delle edizioni di ‘Primo Tempo’. Edizione originale.

Il volume comprende le poesie scritte fra l’autunno 1921 e la metà dell’anno seguente. L’ospitalità offerta dalla redazione della rivista al poeta apriva un periodo di fortuna critica per Saba; infatti, collaboravano a “Primo Tempo” Giacomo Debenedetti, Sergio Solmi, Pietro Pancrazi, Eugenio Montale, che per primi con i loro studi e la loro amicizia riconobbero in Saba uno dei maggiori poeti contemporanei. Del diverso tipo di consenso che finalmente si andava consolidando è prova anche il privilegio acordato a Preludio e canzonette, che avrebbe dovuto essere la prima di una serie di pubblicazioni del gruppo torinese, e fu invece l’unica realizzata. Le piccole xilografie che ornano il libro furono eseguite da Nicola Galante, un esponente, insieme a Gigi Chessa e Felice Casorati, della nuova pittura torinese di cui la rivista si faceva sostenitrice. (Cfr. Castellano)

Richiedi Informazioni