Prezzo: euro 50
Autore: Soldati, Mario
Titolo: Le due città
Editore: Garzanti
Data: 1964

Soldati, Mario: Le due città, Milano, Garzanti, 1964, 20,5 x 14 cm. Tela editoriale con sovracoperta; pp. 536, (6). Dedica autografa firmata di Mario Soldati a Carlo Ripa di Meana. Piccolo taglio alla parte anteriore della sovracoperta nella parte inferiore, senza mancanza. Lievi tracce d’uso alla sovracoperta, leggermente scurita al dorso. Edizione originale.

Protagonista de Le due città è Emilio Viotti, personaggio dai tratti fortemente autobiografici, nato e cresciuto a Torino in un clima di conformismo borghese, ipocrita e classista, e finito a dannarsi l’anima e perdere la vita a Roma, la città della seduzione e della tentazione. Il romanzo copre un vasto arco temporale, poco più di quarant’anni, dall’impresa di Libia al secondo dopoguerra e narra l’evoluzione di Emilio dallo stato di candore e onnipotenza infantile al ruolo di affermato produttore cinematografico, ricco dongiovanni, raffinato quanto astuto opportunista che, dopo aver dispendiosamente goduto di ogni cosa, è costretto a riconoscere, dall’orlo del suo baratro di agiatezza e ipocrisia, di aver completamente mancato la propria vita. Si rende conto di essersi lasciato e guardato vivere, sempre a metà, sempre sospeso tra un mai-più e un non-ancora, tra il qui e l’altrove simboleggiati appunto dalle due capitali, Torino e Roma. Ma è proprio da questo personaggio, un vero “uomo senza qualità”, che l’arte di Soldati ha saputo trarre un groviglio incandescente di sostanza umana, liberandolo da una quiete vuota e senza fondo.

Richiedi Informazioni

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio