Letteratura

//Letteratura
16 07, 2018

Barile, Angelo: Quasi sereno

2018-07-16T14:40:56+02:00Letteratura|

Barile, Angelo: Quasi sereno, Venezia, Neri Pozza, 1957, 22 x 15 cm. Brossura editoriale; pp. 120. Intonso. Edizione originale. Nella raccolta è contenuta anche la lirica Lamento per la figlia del pescatore che Giorgio Caproni ebbe a definire come una delle più belle poesie della nostra età. Ma appare nel 1957, quando è appena apparso La bufera di Montale ed escono acclamati capolavori di Pasolini, Penna, Gadda. In quegli anni, scrive ancora Caproni, questo Barile quasi settantenne sembra un poeta vivo, ma irrecuperabile come un Antico. Ciò che colpisce, in questi splendidi versi, è la salda visione del transito fugace [...]

23 03, 2017

Barthes, Roland: Barthes par Roland Barthes

2017-03-23T16:44:28+02:00Letteratura|

Barthes, Roland: Barthes par Roland Barthes, Paris, Editions du Seuil, 1975, 18 x 12 cm. Brossura editoriale; pp. 192 con numerose illustrazioni in bianco e nero nel testo. 3 pagine con linee verticali a pennarello ai margini del testo per evidenziare alcuni passi. Dedica autografa firmata e datata (1975) di Roland Barthes. Edizione originale. Nel 1975 esce Roland Barthes par Roland Barthes, sorta di critica della (propria) critica che riceve molta attenzione da parte del pubblico e dell’ambiente accademico. Nel 1975 Barthes era già considerato uno fra i maggiori esponenti della nuova critica francese di orientamento strutturalista. La sua ricerca [...]

3 07, 2019

Benni, Stefano: Achille piè veloce

2019-07-03T16:05:17+02:00Letteratura|

Benni, Stefano: Achille piè veloce, Milano, Feltrinelli, 2003, 22 x 14 cm. Brossura editoriale; pp. 232, (8). Alla prima carta bianca disegno originale firmato a piena pagina di Stefano Benni accompagnato da dedica. Leggere fioriture alla prima carta. Ben conservato. Achille piè veloce è il tentativo di celebrare l'eroico che ci investe nel quotidiano. Un tipo di eroismo diverso da quello a cui siamo abituati vedendo la televisione o gli altri media. Achille infatti è un eroe per la dignità con cui affronta la sua sfortunata situazione, per il suo umorismo che non lo abbandona mai nonostante tutto e per [...]

5 03, 2018

Benni, Stefano: Blues in sedici

2018-03-05T15:35:41+02:00Letteratura|

Benni, Stefano: Blues in sedici. Ballata della città dolente, Milano, Feltrinelli, 1998, 19,5 x 12,5 cm. Brossura editoriale; pp. 58, (6). Alla prima carta bianca dedica autografa firmata di Stefano Benni a Gaia, accompagnata da un disegno dello stesso Benni raffigurante una balena. Edizione originale. Due movimenti, surreale malinconia dei versi, ritorno delle voci. Una forte componente sonora, ritmica, pervade dei versi che di fatto erano stati concepiti per la lettura in pubblico, e con accompagnamento musicale di Paolo Damiani. E se la cronaca narrata è realmente accaduta, si tratta di avvenimenti di cronaca avvenuti in Italia nel corso degli [...]

29 10, 2012

Bilenchi, Romano: La siccità

2019-03-26T17:02:01+02:00Letteratura|

Bilenchi, Romano: La siccità, Firenze, Rivoluzione, 1941, 18,5x12. Brossura editoriale; pp. 134, (2). 400 esemplari numerati. Edizione originale. Dorso leggermente scolorito; una sigla coeva a penna all'occhietto. La siccità, racconto lungo pubblicato nel 1940 si inserisce a tutti gli effetti nella lista dei Bildungsromans “eterodossi” del Novecento italiano. Può essere infatti accostato, per analogie ricorrenti, almeno a Tozzi (Con gli occhi chiusi, 1919, ma soprattutto Il podere, 1918), Moravia (Gli indifferenti, 1929), Morante (L’isola di Arturo, 1957). La formazione di un io, spesso narrante, diventa fertile paradigma del mondo perché capace di tradurre in immagine dissoluzioni e conflitti.  Il narratore del racconto [...]

17 10, 2012

Bilenchi, Romano: Vita di Pisto

2012-10-17T17:43:22+02:00Letteratura|

Bilenchi, Romano: Vita di Pisto, Torino, Il Selvaggio, 1931, 12,5x19,5. Brossura editoriale; pp. 127, (1). Una fotografia e 10 illustrazioni. Il libro fu posto sotto sequestro. Rara edizione originale. Un romanzo deve cogliere lo spessore della vita, che è fatta di oggetti e di eventi concreti, ma anche di sogni e d’immaginazione. L’importante è cogliere quei rari momenti di turbamento, di emozione in cui l’uomo riesce ad ascoltarsi vivere, a prenderne coscienza…