5 05, 2016

Poletto, Giovanni Battista: fotografia originale

2019-04-02T14:44:44+02:00Varia|

Poletto, Giovanni Battista: fotografia originale nella quale sono ritratti Annie Girardot e Renato Salvatori in una scena censurata del film Rocco e i suoi fratelli. Gelatina ai sali d’argento su carta baritata in stampa vintage (24 x 30 cm.) con al retro timbro a tampone blu di Poletto e indicazioni manoscritte sulla foto. In ottimo stato di conservazione. Rocco e i suoi fratelli è un film del 1960 diretto da Luchino Visconti e ispirato al romanzo Il ponte della Ghisolfa di Giovanni Testori. Il titolo del film è una combinazione tra l’opera Giuseppe e i suoi fratelli di Thomas Mann [...]

22 12, 2014

Poletto, Giovanni Battista: Il Gattopardo

2019-03-27T16:58:05+01:00Varia|

Poletto, Giovanni Battista: fotografia in bianco e nero vintage (18 x 24 cm.) nella quale sono ritratti in primo piano Burt Lancaster e Alain Delon seduti su un divano, durante le riprese del film di Visconti: Il Gattopardo. 1960 circa. Al retro timbro del fotografo Poletto. Poletto è sicuramente uno dei nomi più importanti della storia della foto di scena del dopoguerra, sia per la quantità dei film seguiti - basti pensare solo alla nutrita produzione Titanus, di cui era l'esclusivo fotografo, ed è sufficiente riflettere sul fatto che nel momento di maggior espansione nello studio Poletto lavoravano una ventina [...]

20 08, 2012

Pomodoro, Arnaldo: Ecritures, perforations d’objectes

2019-03-26T16:13:28+01:00Arte|

Pomodoro, Arnarldo: Ecritures, perforations d’objectes, Paris, Musée d’Art Moderne, 16 settembre - 30 ottobre, 1976, 30x 21 cm. Cartone editoriale rosso illustrato con dorso in tela; ritratto fotografico in bianco e nero a piena pagina di Pomodoro; biografia; 3 pagine di testo di Schefer, 41 splendide illustrazioni fotografiche in bianco e nero a piena e doppia pagina. Alla prima carta bianca dedica autografa firmata di Arnaldo Pomodoro, datata Milano 1982.

19 03, 2020

Pomodoro, Arnaldo: Libro per le sculture di Arnaldo Pomodoro

2020-03-19T17:17:28+01:00Arte|

(Mulas, Ugo) Pomodoro, Arnaldo: Libro per le sculture di Arnaldo Pomodoro, Milano, Gabriele Mazzotta, 1974, 22,5 x 21 cm. Brossura editoriale; pp. 232, (4). Immagini di Ugo Mulas. Conversazione con Francesco Leonetti. Interventi di Guido Ballo, Alberto Boatto, Gillo Dorfles. Presentazione di Sam Hunter. Dedica autografa firmata di Arnaldo Pomodoro allo scrittore Mario Soldati. Qualche lieve puntino di ruggine alla carta di dedica e all’ultima carta bianca. Edizione originale. La scultura, quando trasforma il luogo in cui è posta, ha veramente una valenza testimoniale del proprio tempo, riesce ad improntare di sé un contesto, per arricchirlo di ulteriori stratificazioni di [...]

17 06, 2019

Pomodoro, Giò – Sanesi, Roberto: Poesie e Litografie

2019-06-17T15:34:57+02:00Arte|

Pomodoro, Giò - Sanesi, Roberto: Poesie e Litografie, Milano, Edizioni del Triangolo, 1957, 24,5 x 26,5 cm. Custodia in tela editoriale nera con sovraccoperta nella cui parte anteriore vi è una litografia di Pomodoro; all’interno 24 pagine sciolte suddivise in 6 quaderni con 5 poesie di Roberto Sanesi e 4 litografie originali di Giò Pomodoro. Tiratura di 60 esemplari numerati e firmati al colophon da Roberto Sanesi e Giò Pomodoro. Rara edizione originale. Giò Pomodoro, all'anagrafe Giorgio Pomodoro scultore, orafo, incisore e scenografo italiano, viene considerato uno fra i più importanti scultori astratti del panorama internazionale del XX secolo. Era [...]

3 07, 2019

Pontiggia, Giuseppe: L’arte della fuga

2019-07-03T15:45:29+02:00Letteratura|

Pontiggia, Giuseppe: L’arte della fuga, Milano, Adelphi, 1990, 22,5 x 14 cm. Brossura editoriale; pp. 166, (6). Dedica autografa firmata e datata (1990) di Giuseppe Pontiggia allo scrittore, critico letterario e giornalista Francesco Grisi: ... questa Arte della Fuga remota e vicinissima del suo ... Seconda edizione riveduta e ampliata. L’arte della fuga è un romanzo che evoca nel titolo una partitura musicale, fatta di variazioni intorno a un tema, e l’immagine della fuga in senso letterale. Il testo infatti è formato da sequenze di frammenti autonomi, che rimandano al tema principale, e sostituisce ai nessi convenzionali di spazio e [...]

10 07, 2014

Pope-Hennessy, John: Italian High Renaissance and baroque Sculpture

2014-07-10T16:26:59+02:00Arte|

Pope-Hennessy, John: Italian High Renaissance and baroque Sculpture, Phaidon Press, 1963, 28,5 x 22,5 cm. Tre volumi. Tela editoriale con sovracoperta; volume I, testo, pp. 126 con illustrazioni nel testo; volume 2, catalogo, pp. 183; volume 3, tavole, 168 illustrazioni a piena pagina in bianco e nero. Prima edizione, completa di tutti e 3 i volumi, di questo insuperato testo.

26 05, 2020

Porta, Antonio: Aprire

2020-05-26T11:33:12+02:00Letteratura|

Porta, Antonio: Aprire, Milano, Scheiwiller, 1964, 12 x 12 cm. Brossura editoriale; pp.39, (1). Serie “Il quadrato”. 500 copie numerate. Esemplare in ottimo stato di conservazione. Edizione originale. (...) Non mi sono mai innamorato di una forma, ho sempre cercato di provocarne molte (...) a me interessava, e interessa, solo la pars construens, la ricerca di una forma radicata in ciò che io ero e sono e posso diventare nella e per mezzo della poesia, nel fare poesia, trasformandomi per intero nell’opera, l’unica che conta ... Antonio Porta Dietro la porta nulla, dietro la tenda, / l’impronta impressa sulla parete, sotto, [...]

26 05, 2021

Porta, Antonio: Calendario

2021-05-26T16:52:50+02:00Letteratura|

Porta, Antonio (Paolazzi, Leo): Calendario, Milano, Schwarz editore, 1956, 22 x 16 cm. Brossura editoriale con alette; pp. 37, (3). Opera prima. Esemplare allo stato di nuovo. Edizione originale. La formazione cattolica fu considerata dai compagni di percorso del suo debutto poetico una caratteristica pregnante della sua scrittura: «cattolico indocile» lo definì Alfredo Giuliani nell’Introduzione all’antologia I Novissimi, riferendosi alla molla che faceva scattare nelle sue poesie un «sistema di fatti sincopati, brutali». La molla consisteva nello «sgomento metafisico», nella «duplicità manzoniana – scriveva – di questo cattolico indocile, di questo borghese improprio che invece che allontanare la vista dal [...]

Torna in cima