3 07, 2019

Pontiggia, Giuseppe: L’arte della fuga

2019-07-03T15:45:29+02:00Letteratura|

Pontiggia, Giuseppe: L’arte della fuga, Milano, Adelphi, 1990, 22,5 x 14 cm. Brossura editoriale; pp. 166, (6). Dedica autografa firmata e datata (1990) di Giuseppe Pontiggia allo scrittore, critico letterario e giornalista Francesco Grisi: ... questa Arte della Fuga remota e vicinissima del suo ... Seconda edizione riveduta e ampliata. L’arte della fuga è un romanzo che evoca nel titolo una partitura musicale, fatta di variazioni intorno a un tema, e l’immagine della fuga in senso letterale. Il testo infatti è formato da sequenze di frammenti autonomi, che rimandano al tema principale, e sostituisce ai nessi convenzionali di spazio e [...]

26 05, 2020

Porta, Antonio: Aprire

2020-05-26T11:33:12+02:00Letteratura|

Porta, Antonio: Aprire, Milano, Scheiwiller, 1964, 12 x 12 cm. Brossura editoriale; pp.39, (1). Serie “Il quadrato”. 500 copie numerate. Esemplare in ottimo stato di conservazione. Edizione originale. (...) Non mi sono mai innamorato di una forma, ho sempre cercato di provocarne molte (...) a me interessava, e interessa, solo la pars construens, la ricerca di una forma radicata in ciò che io ero e sono e posso diventare nella e per mezzo della poesia, nel fare poesia, trasformandomi per intero nell’opera, l’unica che conta ... Antonio Porta Dietro la porta nulla, dietro la tenda, / l’impronta impressa sulla parete, sotto, [...]

26 05, 2021

Porta, Antonio: Calendario

2021-05-26T16:52:50+02:00Letteratura|

Porta, Antonio (Paolazzi, Leo): Calendario, Milano, Schwarz editore, 1956, 22 x 16 cm. Brossura editoriale con alette; pp. 37, (3). Opera prima. Esemplare allo stato di nuovo. Edizione originale. La formazione cattolica fu considerata dai compagni di percorso del suo debutto poetico una caratteristica pregnante della sua scrittura: «cattolico indocile» lo definì Alfredo Giuliani nell’Introduzione all’antologia I Novissimi, riferendosi alla molla che faceva scattare nelle sue poesie un «sistema di fatti sincopati, brutali». La molla consisteva nello «sgomento metafisico», nella «duplicità manzoniana – scriveva – di questo cattolico indocile, di questo borghese improprio che invece che allontanare la vista dal [...]

8 05, 2017

Porta, Antonio: La palpebra rovesciata

2017-05-08T11:19:24+02:00Letteratura|

Porta, Antonio: La palpebra rovesciata, Milano, Quaderni di Azimuth, 1960, 24 x 18 cm. Brossura editoriale; pp. 41, (3). Unico quaderno pubblicato. Edizione originale. Non mi importava niente della cosiddetta pars destruens delle avanguardie. A me interessava, e interessa, solo la pars construens, la ricerca di una forma radicata in ciò che io ero e sono e posso diventare nella e per mezzo della poesia, nel fare poesia, trasformandomi per intero nell'opera, l'unica che conta.

19 03, 2020

Praga, Emilio: Trasparenze. Fantasma

2020-03-19T17:12:42+01:00Letteratura, Letteratura|

Praga, Emilio: Trasparenze. Fantasma, Torino, Francesco Casanova, 1878, 16,5 x 10 cm. Brossura editoriale; pp. XLIII, 166, (2) + 16 di catalogo editoriale in fine. Con un ritratto di Praga inciso da Tarchetti in antiporta. Edizione originale, postuma, comprendente le ultime poesie scritte dall’autore, tra le quali la lirica al pittore Junk e Fantasma, scena drammatica inusitatamente composta in versi martelliani. Qualche fioritura alle prime carte, ma ottimo esemplare nella sua fragile brossura originale. Pubblicati postumi, nel 1878, sono i carmi di Trasparenze, in cui si fa strada un tono di rassegnazione e di confidenza intima, un desiderio di purezza [...]

15 05, 2019

Pratolini, Vasco: La città ha i miei trent’anni

2019-05-15T17:34:09+02:00Letteratura|

Pratolini, Vasco: La città ha i miei trent’anni, Milano, All’insegna del Pesce d’Oro, 1967, 12,2 x 9 cm. Brossura editoriale; pp. 25, (7). 1050 copie numerate. Dedica autografa firmata e datata (1978) di Vasco Pratolini. Una leggera scoloritura al dorso per esposizione alla luce. Raccolta poetica di Pratolini in edizione originale. Tra il novembre del 1943 e il maggio del 1944, durante l’occupazione tedesca di Roma, stesi questi appunti in versi che in seguito perfezionai. Ancora oggi vi ascolto l’eco tutta privata d’una breve stagione della vita, forse la più felice. Con questo spirito li riunisco. Due componimenti, il primo [...]

18 03, 2016

Praz, Mario: Giosue Carducci as a Romantic

2021-06-22T11:29:36+02:00Letteratura|

Praz, Mario: Giosue Carducci as a Romantic, Toronto, Reprinted from the University of Toronto Quaterly, vol. V, numero 2, January 1936, 24 x 16,5 cm. Brossura editoriale; estratto con copertina propria numerato da p. 176 a p. 196. Dedica autografa firmata di Praz in copertina.

15 05, 2019

Praz, Mario: The neurotic in literature

2021-06-22T11:27:40+02:00Letteratura|

Praz, Mario: The neurotic in literature. Occasional Paper n. 9, Melbourne, University Press on Behalf of the Australian Humanities Research Council, 1966, 24,5 x 18,5 cm. Brossura editoriale; pp. 16. Dedica autografa firmata e datata (1966) di Mario Praz in copertina. Edizione originale.

30 08, 2021

Praz, Mario: Viaggio in Grecia

2021-08-30T17:52:29+02:00Letteratura|

Praz, Mario: Viaggio in Grecia. Diario del 1931, Roma, Edizioni di Lettere d’Oggi, 1942, 18 x 13 cm. Brossura editoriale con alette; pp. 95, (1). Dedica autografa firmata e datata (1943) di Mario Praz a Filippo De Pisis. Tiratura di 1.500 esemplari. Edizione originale. (...) Grecia antica e Grecia moderna, cose che si possono tenere distinte solo se sbarchi da un yacht sul luogo di scavo, e ti armi di parocchi, e corri ai ruderi e, un occhio sul libro, l’altro sulla rovina descritta, fai in te ribollire tutti i sedimenti di cultura classica, tutte le ideologie più o meno [...]

24 08, 2020

Prezzolini, Giuseppe: Codice della vita italiana

2020-08-24T15:52:43+02:00Letteratura|

Prezzolini, Giuseppe: Codice della vita italiana, Firenze, La Voce, 1921, 19,5 x 14 cm. Brossura editoriale; pp. 60, (8). Minime e lievi tracce d’uso vicino al dorso. Esemplare in eccellente stato di conservazione. Edizione originale. Un Prezzolini caustico, feroce e disincantato scrisse nel 1921 queste riflessioni che si rivelano oggi di drammatica attualità. Cento aforismi che coprono lo spazio di tutti i vizi e le virtù italiane, l'indulgenza ironica di cui troppi si sono fatti portavoce. Dalla distinzione effettuata nel primo pensiero, "I cittadini italiani si dividono in due categorie: i furbi e i fessi", Prezzolini affronta, sempre in pochissime [...]

Torna in cima