Letteratura

Home/Novecento/Letteratura
10 04, 2019

Tercer Taller Poetico

2019-04-10T17:24:10+01:00Letteratura, Letteratura|

AA. VV.: Tercer Taller Poetico, Mexico, Marzo 1937, 23,5 x 16 cm. Tela editoriale con tassello blu e titoli in oro ai piatti (qualche fioritura); pp. 50, (4). Rivista di poesia fondata nel 1936 da Rafael Solana, di cui uscirono quattro numeri: l’ultimo nel 1938. Stampata da Miguel Lira su pregevole carta uso mano, questo numero vede la collaborazione dei poeti Beltran Neftalì, la cui firma autografa è in fine alla sezione con le sue poesie; Galvez Ramòn, la cui firma autografa è in fine alle sezione con le sue poesie; Gonzalez Marinez Enrique, firma autografa in fine al Poema [...]

12 06, 2018

Testori, Giovanni: Per sempre

2018-06-12T15:09:21+01:00Letteratura|

Testori, Giovanni: Per sempre, Milano, Feltrinelli, 1970, 20 x 12,5 cm. Brossura editoriale incamiciata; pp. 117, (3). Lunga dedica autografa firmata e datata (maggio 1970) di Testori al poeta Carlo (Betocchi): A Carlo per le sue “regioni”, con luciferino orgoglio ma soprattutto con affetto da una zona dove le “regioni” non esistono più .... Edizione originale di questa significativa raccolta poetica di Testori. Quando ho detto che sono nato nel 1923, a Novate, cioè a dire alla periferia di Milano, dove da allora ho sempre vissuto e dove spero di poter vivere sino alla fine, ho detto tutto. Penso infatti [...]

15 02, 2018

Tobino, Mario: Il manicomio di Pechino

2018-02-15T09:25:05+01:00Letteratura|

Tobino, Mario: Il manicomio di Pechino, Milano, Mondadori, 1990, 21,5 x 14 cm. Cartone editoriale con sovracoperta; pp. 179, (13). Dedica autografa firmata e datata di Mario Tobino a Alfredo Cattabiani, scrittore, giornalista e traduttore. Alcune leggere note a matita al retro dell’ultima carta bianca. Edizione originale. Ormai sono solo dice Tobino, la notte spesso non dormo. Guardo il soffitto, sento passare le automobili, aspetto.... A ottant'anni compiuti, Mario Tobino ha appena pubblicato un altro libro, Il manicomio di Pechino, titolo a chiave perché Pechino significa Lucca come ammette lui stesso, sia pure con termini invertiti: Sia chiaro, quando dico [...]

3 06, 2016

Ungaretti, Giuseppe: Andromaca di Jean Racine

2016-06-03T10:00:48+01:00Letteratura|

Ungaretti, Giuseppe: Andromaca di Jean Racine tradotta da Giuseppe Ungaretti in L’Approdo Letterario, rivista trimestrale di lettere ed arti, numero 1 (nuova serie), anno IV - Gennaio - Marzo 1958, Roma, Edizioni Radio Italiana, 23 x 18,5 cm. Brossura editoriale; pp. 126, (2) con alcune illustrazioni a piena pagina in bianco e nero. La nota traduzione di Ungaretti, che qui compare per la prima volta, è compresa fra le pagine 3 e 14. Bella dedica autografa firmata e datata di Ungaretti a penna verde: per Fedra impareggiabile e per l’amabilissima Diana Tenieri ... Nel volume ci sono anche scritti originali [...]

27 06, 2019

Ungaretti, Giuseppe: Il deserto e dopo

2019-06-27T10:30:22+01:00Letteratura|

Ungaretti, Giuseppe: Il deserto e dopo, Milano, Mondadori, 1961, 19,5 x 13 cm. Brossura editoriale; pp. 450, (6). Uno delle 299 copie numerate. Dedica autografa firmata di Ungaretti indirizzata a Laura Mazza, direttrice editoriale della Mondadori, compagna di Mario Alicata. Dorso leggermente scurito per esposizione alla luce con qualche traccia d’uso. Una piccola frattura alla parte alta della copertina anteriore senza mancanze. Edizione originale. La giovinezza in Egitto, al limitare del deserto, sarà una dimensione che Ungaretti rievocherà infinite volte come qualcosa che lo ha messo a contatto con una dimensione diversa rispetto a quella tipica del paesaggio italiano. Ritroviamo [...]

9 06, 2014

Ungaretti, Giuseppe: Il deserto e dopo, dedica autografa

2014-06-09T16:36:45+01:00Letteratura|

Ungaretti, Giuseppe: Il deserto e dopo, Milano, Mondadori, 1961, 19,5 x 13 cm. Brossura editoriale; pp. 450, (6). Uno delle 299 copie numerate. Dedica autografa firmata di Ungaretti alla prima carta bianca. Dorso leggermente scurito con qualche traccia d’uso. Edizione originale.

25 09, 2012

Ungaretti, Giuseppe: Sentimento del tempo

2012-12-20T08:44:09+01:00Letteratura|

Ungaretti, Giuseppe: Sentimento del tempo, Roma, Edizioni di Novissima, 1936, 25x16. Con una prefazione di Alfredo Gargiulo. Brossura editoriale; pp. 123, (8). 1150 esemplari su carta normale + 86 esemplari (nostro) su carta speciale “Ingres” di Fabriano numerati, di cui i primi 12 numerati in numeri romani. Seconda edizione dell’opera di Ungaretti, aumentata di sette poesie scritte fra il 1932 e il 1935 e con alcuni ritocchi di forma, tanto per non perdere una mia pessima abitudine, come sottolinea il poeta.

23 07, 2018

Ungaretti, Giuseppe: Viaggetto in Etruria

2018-07-23T09:35:42+01:00Letteratura|

Ungaretti, Giuseppe: Viaggetto in Etruria, Roma, Alut, 1965, 22,5 x 16,5 cm. Brossura editoriale; pp. 16, (4). Uno dei 60 esemplari numerati, con firma autografa di Ungaretti al colophon e un incisione originale di Bruno Caruso (18 x 11,5 cm. battuta lastra; 21,5 x 16 cm. foglio) firmata in lastra, con dedica autografa firmata di Bruno Caruso a Mario Alicata. Minima ed insignificante macchiolina ai piedi del dorso. Edizione originale. La plaquette comprende due prose di viaggio di Giuseppe Ungaretti, Sfinge e Inno al ponte, dedicate alle zone archeologiche dell’antica Etruria nella provincia di Viterbo; furono pubblicate per la prima [...]